Sulle rotte dell'immaginario

Visita il sito 'Sulle rotte dell'immaginario'
Prossimamente online...

E lucean le stelle

Centro di documentazione

Materiali multimediali

Nei giorni della memoria e del ricordo

20 dicembre 2008 - 21 marzo 2009

Nei giorni della memoria e del ricordo

 

Un trittico di mostre che ha il pregio di illustrare il cammino storico dell'umanità, dalla fine dell'Ottocento, secolo positivo pieno di illusioni, alla dura disillusione della Prima Guerra Mondiale, attraverso il fumetto.

"Quando la Boheme arrivò a Lucca", "Diari illustrati senza eroi" e "Cronache della Grande Guerra" sono le tre mostre visitabili con ingresso unico (4 euro), tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 10 alle 19 fino al 21 di marzo. 

[vai alla galleria "Anteprima immagini mostra"]

Quando la Boheme arrivò a Lucca - Una mostra monografica dedicata a Gradimir Smudja e alla sua arte. Attraverso l'esposizione di oltre 150 fra pitture anche di grandi dimensioni, illustrazioni e tavole a fumetti, schizzi preparatori e altro ancora, viene celebrata l'arte di uno dei maggiori creativi contemporanei europei. Gradimir Smudja è riconosciuto oggi quale figura poliedrica che ha saputo veicolare attraverso il fumetto la conoscenza dei grandi artisti - pittori impressionisti, letterati e musicisti - della Francia di fine Ottocento, della Ville Lumiere, del caffè chantant, delle Follie Berger, dei bohemiennes.
Ed è proprio dal connubio fra arte pittorica e fumetto, che prende origine questa splendida mostra che per l'occasione l'artista Smudja arricchirà di illustrazioni inedite appositamente realizzate per la mostra (così come l'illustrazione che sarà il manifesto ufficiale della mostra) riguardanti Giacomo Puccini le sue eroine e la sua vita da Bohemiene.
[vai alla galleria immagini "Quando la Boheme arrivò a Lucca"]

Diari illustrati senza eroi - Partendo dalla fine dell'Ottocento e dalle illusione della bella vita europea di fine secolo che si evidenzia nella mostra di Smudja "Quando la boheme arrivò a Lucca" si giunge poi alla grande mostra "Diari illustrati senza eroi" dove attraverso storie e racconti di emigranti nel nuovo mondo si celebra il periodo dell'emigrazione nell'America, terra delle nuove promesse di vita e miglior esistenza, si termina questo primo grande percorso espositivo con una grande mostra dedicata alla grande guerra , la fine di tutte le illusioni, la vera porta di entrata nel nuovo secolo (ricordata attraverso le grandi illustrazioni riguardanti la prima guerra mondiale realizzate dal grande illustratore Fortunino Matania proprio
durante il conflitto) tale percorso espositivo troverà nel corso del 2009 ulteriori sviluppi con l'esposizione di grandi storie a fumetti realizzate dai maggiori autori mondiali che ricorderanno i grandi eventi del ventesimo secolo.
[vai alla galleria immagini "Diari illustrati senza eroi"]

Cronache della Grande Guerra - Con la mostra "cronache della grande guerra" nelle illustrazioni di Fortunino Matania, il Museo del Fumetto di Lucca intende rendere omaggio all'anniversario della fine del grande conflitto mondiale ed ad uno dei grandi artisti internazionalmente riconosciuto che hanno in quegli anni documentato dal vivo gli accadimenti dells prima guerra mondiale. Attraverso un percorso di oltre cento illustrazioni realizzate da fortunino matania nel corso degli anni del conflitto (tutte illustrazioni provenienti da grandi collezioni europeee e dal materiale documentale dell'Imperial War Museum di Londra, il visitatore della mostra potrà calarsi negli accadimenti della grande guerra. Pochi i testi a corollario delle bellissime immagini di Matania proprio perché le immagini delle guerre non hanno bisogno di grandi commenti. Un viaggio nella memoria che conclude il trittico di mostre che il Museo del fumetto dedica alla storia di fine ottocento/primi novecento sotto il titolo del'evento espositivo "I giorni del ricordo e della memoria" viaggio divulgativo didattico con il fumetto e l'illustrazione nella nostra storia più o meno conosciuta.
[vai alla galleria immagini "Cronache della Grande Guerra"]